Come scegliere il Tuo Ferro da Stiro

Data l’enorme quantità di ferri da stiro in commercio ti starai chiedendo quale sia quello più adatto alle tue esigenze. Io sono qui per indicarti come scegliere il TUO ferro da stiro, quello fatto per le tue esigenze.
Innanzi tutto bisogna confrontarsi con la quantità di vestiti che si stira durante la settimana.
Poi bisogna valutare di che tipo di vestiti si tratta: sono per la maggior parte t-shirt e jeans o abbiamo una gran quantità di camicie e tessuti particolari che non si stirano proprio facilmente?
Se vuoi acquistare un ferro con caldaia, hai lo spazio dove poterlo riporre?
Queste, insieme ad altre domande, ti guideranno nella scelta del ferro da stiro che fa al caso tuo.

Ma prima eccoti alcune super offerte da non farsi scappare!
Ultimo aggiornamento: 20 Ottobre 2019 22:35

Quali sono le tipologie e per cosa vanno bene?

Per scegliere il ferro da stiro più indicato alle nostre esigenza bisogna valutare la qualità e la qualità dei vestiti che si stira durante la settimana.
Se hai una famiglia numerosa ma per la maggior parte sono capi facili da stirare, anche un buon ferro da stiro a vapore compatto può andar bene. In commercio ce ne sono anche da 20€ che vanno bene come sostituto quando non si ha il tempo di accendere il ferro con caldaia e in più occupano molto meno spazio.
Se invece aumentiamo in nostro budget, dalle 50 alle 70 €, troviamo dei ferro da stiro compatti che offrono un ottimo rapporto qualità/prezzo che invece danno delle ottime prestazioni.
Il difetto di questi ferri è però la ridotta capacità del serbatoio. Uno dei più capienti è il Rowenta DW7110 Everlast Anticalc, che con i suoi 350 ml offre una delle migliori autonomie della sua categoria.

Se tra i vostri capi vi sono molte camicie o tessuti difficili da stirare allora quello che ti consiglio è il ferro da stiro con a caldaia.
Il ferro con caldaia offre una stiratura migliore, poiché il vapore fuoriesce con una maggior pressione, si parla di almeno 280 g/min, penetrando più in profondità nei tessuti e garantendo così un’ottima stiratura.
Va però detto che tutto dipende dalla caldaia: non è una regola che questi ferri da stiro siano migliori di quelli compatti. Ci sono alcuni modelli che erogano un getto di vapore appena apprezzabile. Se vuoi andare sul sicuro ti consiglio un ferro che abbia una pompa da almeno 5 bar, ma se vuoi il top, il Rowenta DG8985F0 Silence Steam Extreme, con la sua pompa da 7,5 bar offre un getto di vapore da 400 g/min.

Se cerchi un modo divertente e che ti permetta di muoverti maggiormente, ti consigli il ferro da stiro verticale. Utilizzarlo è davvero molto semplice: basta appendere i capi da stirare nell’apposito appendino e passare la spazzola. Occupa più spazio e non offre la precisione che può offrire il classico ferro da stiro che, con la sua punta, riesce a raggiungere ogni centimetro di qualsiasi capo, ma il risultato è comunque apprezzabile. I più economici costano intorno alle 100€, ma ovviamente più il prezzo sale più le prestazioni migliorano.

Se invece ti piacerebbe stirare comodamente seduti allora scegliete la pressa da stiro.
Basterà stendere i vestiti e abbassare la piastra. Anche in questo caso si possono trovare modelli a prezzi non esorbitanti ma che offrono una buona prestazione. La pressa da stiro ha come svantaggio di non poter stirare in maniera meticolosa vestiti che presentano molte pieghe (come ad esempio i polsini delle camicie) ma se non sei un fan della precisione può rendere la stiratura più divertente e veloce, consentendoti di pressare ulteriormente i vestiti in modo che occupino meno spazio.

Se sei spesso in viaggio e hai bisogno di un ferro che entri in valigia, oggi sul mercato se ne possono trovare di diversi modelli: abbiamo il ferro da viaggio mini, che occupa veramente pochissimo spazio, ma che offre prestazioni al di sotto della media, e il ferro da stiro da viaggio con manico richiudibile, che invece ha prestazioni paragonabili al normale ferro da stiro con caldaia incorporata.

Ricapitolando:

  • Il ferro da stiro a vapore compatto, sono precisi grazie alla loro punta di precisione ma, il getto di vapore che non va oltre i 280 g/min, lo rendono più indicato per i capi facili da stirare (anche se abbiamo visto che ci sono dei modelli davvero molto meritevoli che offrono ottime prestazioni).
  • Il ferro a caldaia, grazie alla maggior pressione con cui eroga il vapore, ti permette di stirare anche i tessuti più difficili, rendendo meno faticoso stirare. Inoltre, grazie alla loro caldaia con serbatoio, ti permettono di affrontare lunghe sessioni di stiro senza dover continuamente riempire il serbatoio.
  • Il ferro da stiro verticale ti permette di stirare in totale libertà ed è molto utile per stirare giacche o camicie.
  • La pressa da stiro ti permette di stirare da seduta e di stirare ulteriormente i capi da piegati, affinché occupino meno spazio

Adesso che conosci le diverse tipologie di ferri da stiro ti consigliamo di visualizzare anche le altre nostre guide dove troverete descrizioni più dettagliate con i vari pro e contro di ogni tipologia.

Search